Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Homepage > il gruppo > lettera-presidente-e-ad

Skip Navigation Linkslettera-presidente-e-ad

IL GRUPPO CREVAL

Siamo presenti sul territorio nazionale in 11 regioni con 355 filiali, oltre 3.500 collaboratori e siamo quotati sul MTA di Borsa Italiana.
Ci dedichiamo ogni giorno allo sviluppo di relazioni solide con i nostri stakeholder e alla valorizzazione dei territori in cui operiamo per una crescita e una redditività sostenibili.

LETTERA DEL PRESIDENTE E DELL'AMMINISTRATORE DELEGATO

 “ Insieme a tutti i colleghi,
proseguiremo nell’implementazione
del Piano con determinazione e disciplina,
ancorati ai nostri valori ”


Cari Azionisti,
il 2019 ha rappresentato per Creval l’anno della concretezza. Siamo riusciti a rafforzare significativamente la Banca e a trasformarla in un'organizzazione più resistente e agile.
Abbiamo reso chiari e trasparenti gli obiettivi e le nostre ambizioni, definendoli all’interno del Piano Indu¬striale 2019-2023 presentato lo scorso giugno.

Il Piano ha posto le basi per una crescita sostenibile del nostro business, mettendo al centro della strategia e dell’organizzazione le famiglie e le piccole e medie imprese, rilanciando l’attività commerciale da un lato e ottimizzando e semplificando il modo di fare banca dall’altro. La ricerca pervasiva dell’efficienza e dei più alti standard nell’erogazione del credito ci consentiranno di migliorare la nostra capacità di generare reddito e creare valore in modo sostenibile nel lungo termine.

I primi risultati sono già visibili e testimoniamo che stiamo andando nella giusta direzione. L'utile netto del 2019 ha raggiunto i 56 milioni di euro, in crescita del 77% rispetto all'anno precedente. I costi operativi sono stati ridotti del 15,6%, l’incidenza dei crediti deteriorati è passata dall'11% al 9,4%. Il tasso di insolvenza è migliorato dal 2,1% all'1,7%, a conferma dei progressi compiuti nei processi di erogazione e monitoraggio del credito.

Abbiamo già concluso cessioni di crediti in sofferenza che ci hanno consentito di ridurre lo stock di oltre il 50% dall’annuncio del Piano Industriale e ulteriormente rafforzare la solidità della Banca, portando il coef¬ficiente regolamentare di vigilanza (CET 1 fully loaded) dal 13,5% al 15,5%. Tale rapporto pone Creval tra le banche leader in Europa per livello di patrimonializzazione.

La crescita dei depositi è stata molto importante (+12%) e primi segnali positivi sono visibili anche negli im¬pieghi alla clientela retail (+1,8%), grazie al focus su famiglie e piccole e medie imprese a supporto dei nostri territori di riferimento.
Il 2019 ha segnato per Creval l’inizio di una profonda trasformazione, così come dimostra il miglioramen¬to degli indicatori sopra menzionati. Ciò è avvenuto grazie all’impegno dei nostri Dipendenti che hanno dimostrato una grande flessibilità e capacità di adattamento, ridisegnando modelli organizzativi e processi aziendali per rispondere tempestivamente ai nuovi indirizzi strategici e di business.
In questo momento storico, ci troviamo tutti di fronte alla grande sfida della pandemia di coronavirus. La tragica perdita di migliaia di vite umane, il blocco per prevenire l'ulteriore diffusione del virus, che al tempo stesso sta paralizzando l'economia globale, e soprattutto l'enorme incertezza che dobbiamo affrontare, ci stanno imponendo scelte e decisioni in tempi ancora più rapidi.

Il settore bancario e Creval hanno un importante ruolo da svolgere a fianco dei Clienti per gestire la fase di emergenza e supportare la ripartenza, garantendo che le nostre economie continuino a operare nonostante le enormi difficoltà.
È ancora troppo presto per valutare con precisione gli impatti economici e sociali di quanto sta accadendo, ma è indubbio che le conseguenze si faranno sentire. L’unica cosa di cui possiamo essere certi è che Creval farà la sua parte.

Il percorso di cambiamento avviato lo scorso anno ha reso la nostra organizzazione più flessibile e agile, e questo ci consente di sentirci più preparati per affrontare anche questa sfida. Creval gode di una base pa-trimoniale molto solida, ha un profilo di rischio basso ed è focalizzata sul business tradizionale. Possiamo contare, inoltre, sulle importanti competenze dei nostri Dipendenti e sui nostri valori, che ci consentono di restare ben ancorati a terra anche in presenza di forte vento.

Desideriamo ringraziare i nostri Clienti per la loro fiducia, che si riflette nel loro operare quotidiano con noi e nell'affidarci i loro risparmi. Faremo del nostro meglio per continuare a meritarla.
A tutti i Colleghi, in particolare, vorremmo rivolgere un caloroso ringraziamento per il loro enorme impegno che ha consentito di raggiungere gli importanti risultati dello scorso anno.
È uno straordinario privilegio lavorare per questa azienda con persone così talentuose.

Infine, vorremmo rivolgerci ai nostri investitori, che hanno continuato a dimostrarci la loro fiducia e il loro sostegno alla nostra attività e alla nostra strategia.

Possiamo assicurarvi che, insieme a tutti i Colleghi, continueremo ad attuare il Piano con determinazione e disciplina, ancorati ai nostri valori.


Alessandro Trotter - Presidente Creval S.p.A.

Luigi Lovaglio - Amministratore Delegato Creval S.p.A.

 

Il documento è tratto dal Bilancio consolidato 2019. Per scaricare la Lettera in formato pdf clicca QUI.

La banca
Credito Valtellinese
LE BANCHE TERRITORIALI
 
LE SOCIETÀ SPECIALIZZATE E STRUMENTALI
Stelline Real Estate
Stelline Real Estate
Fondazione